Estate

Estate: contatto diretto con la natura

Il verde dei boschi, dei pascoli e dei prati; il blu del cielo, delle acque limpide dei laghetti alpini, dei fiumi e dei torrenti; il bianco delle piste di sci estivo alla Stelvio, delle nevi perenni e dei ghiacciai.

L’estate è sport all’aria aperta. E’ il momento di mettersi lo zaino in spalla per andare a fare un’escursione nel Parco Nazionale dello Stelvio cercando, magari, di avvistare qualche animale. Oppure, di salire in sella ad una bicicletta, per affrontare un’epica salita o una strada sterrata, o a cavallo. E’ voglia di contatto diretto con la natura, pescando,  arrampicandosi su una parete rocciosa o provando l’emozione dell’Husky Trekking. E’ la velocità dei go kart e la tranquillità del golf. Ma anche la possibilità di pattinare sul ghiaccio, per chi cercasse un po’ di refrigerio dalla calura.

L’estate è anche il relax di un bagno termale, di un trattamento estetico o di un massaggio. O di una gita in moto o in macchina nei dintorni lungo le strade e i passi aperti solo durante la bella stagione.

Sapori genuini e cultura

L’estate è voglia di sapori genuini e di pranzi conviviali, magari durante una sagra alpina, in una festa di paese o in un rifugio alpino con un bel piatto di pizzoccheri, con i funghi appena raccolti ed un bicchiere di vino.

L’estate è cultura, è una passeggiata nel centro storico, è la visita alle cantine e alle corti più belle. E’ musica, con i concerti, arte, con le mostre, voglia di scoprire qualcosa di nuovo, con le conferenze e i laboratori.

Consigli utili:

Vi consigliamo di passeggiare nella Riserva Naturale del Paluaccio di Oga, (area protetta in cui il Forte è inserito): è un ambiente di torbiera, uno dei pochi rimasti in Italia, di particolare interesse naturalistico. Creata nel 1983, la torbiera risale a circa 13.000 anni fa e ricopre una superficie di oltre 30 ettari. Al suo interno, conserva ancora oggi una molteplicità di ambienti di notevole interesse naturalistico (torbiera bassa e intermedia, prati torbosi, praterie a nardo, aree boschive), tra cui specie molto eterogenee come la Drosera rotundifolia, una pianta carnivora. Durante la stagione estiva, al Paluaccio, vengono organizzate diverse attività e laboratori, per adulti e bambini.